collapse

* Ultimi Utenti Registrati

* Chi è Online

  • Dot Visitatori: 23
  • Dot Nascosti: 0
  • Dot Utenti: 1
  • Dot Utenti Online:

* Board Stats

  • stats Utenti in totale: 839
  • stats Post in totale: 38869
  • stats Topic in totale: 2415
  • stats Categorie in totale: 12
  • stats Sezioni totali: 75
  • stats Maggior numero di utenti online: 671

* Post Recenti

* Sezioni Top

* Calendario

Agosto 2020
Dom Lun Mar Mer Gio Ven Sab
1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 [14] 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31

No calendar events were found.
Sul nostro sito è disponibile il Modulo d'iscrizione/rinnovo per il 2020: http://www.clubvolvoitalia.com/fileweb/Modulo-iscrizione-2020.pdf

Post recenti

Pagine: [1] 2 3 ... 10
1
Qui forse potrei contraddirti Calimero perchè la Volvo serve un  software Polestar Engineered optimization per chi vuole una marcia in più senza compromettere la sicurezza.
2
Ho sempre evitato modifiche alle centraline per diversi motivi.
Il primo, da non sottovalutare, è il rispetto delle normative. Sono consapevole che nessuno in revisione andrà mai a controllare le curve di copppia e di potenza, se conformi a quelle previste dalla fabbrica. Ma in caso di incidente e di causa legale è possibile che questi controlli vengano fatti (già successo), in quanto le assicurazioni cercano ogni cavillo per non pagare, anche in caso di ragione evidente.
Poi sono convinto che le case sanno bene cosa fare per offrire un prodotto che abbia il giusto compromesso tra potenza, coppia e usura delle parti meccaniche.
Come già scritto, quando acquistai la Focus 1.8 Tdci  lessi nei forum che praticamente tutte spaccavano precocemente il volano che andava sostiuito insieme alla frizione per la modica cifra di 1200-1500 euro. E c'era chi lo aveva già fatto 3 o 4 volte. Quindi lo avevo messo in conto nella lista delle spese ogni 50.000 km.
Sono a 170.000 km e tutto funziona ottimamente. Rileggendo i forum ho scoperto che la rimappatura di quel motore era piuttosto diffusa e procurava violente sollecitazioni al volano. Il resto della meccanica resisteva bene perchè quello è un motore praticamente indistruttibile. Ma le mappature non fanno bene alla meccanica, in generale.
Altrimenti le case proporrebbero di serie soluzioni ottinali.

3
In Programma / Re:Raduno del Decennale - Fermo - 5 e 6 Settembre 2020
« Ultimo post da Paolo Maurizio il 10 Agosto 2020, 11:43:58 am »
Ci siamo.
Meno di un mese al raduno Nazionale e del decennale del Clubvolvoitalia.
Dopo due rinvii e una serie infinita di consultazioni con le amministrazioni comunali per incertezze e norme comportamentali, è ora di fare le cose sul serio.

Data:
5 e 6 Settembre 2020.

Luogo:
Fermo e Campofilone sulle colline marchigiane.

Programma:
ritrovo nel primo pomeriggio di Sabato e visita al paese di Campofilone, noto al mondo per i maccheroncini IGP ma anche per la bellezza del luogo, in collina e a due passi dal mare. Grazie all'amministrazione comunale, che ci offre anche il patrocinio, visiteremo il piccolo centro storico e un pastificio tra i 5 che possono produrre i maccheroncini certificati.
Visita al borgo di Torre di Palme e cena alla pizzeria STUBE che si trova a due passi dall'uscita dell'autostrada Fermo-Porto San Giorgio.
La domenica mattina è prevista una visita al centro storico di Fermo e, per chi vorrà, ai musei.
Pranzo alla trattoria Emilio in Largo Fogliani a Fermo, luogo già conosciuto dagli amici volvisti.
Chi vorrà potrà arrivare nei giorni precedenti o ripartire nei giorni successivi per godersi un pò di mare o girare per le colline fino ai monti Sibillini, distanti meno di un'ora.

Quota iscrizione:
Non c'è quota di iscrizione. Chiediamo però un anticipo di 10 euro a persona come conferma di prenotazione per il pranzo della Domenica. Il locale apre solo per noi e vorremmo evitare situazioni sgradevoli, cercando di avere il numero corretto di partecipanti con qualche giorno di anticipo.
Il motivo è strettamente organizzativo, non sarebbe simpatico e nemmeno professionale farvi rimanere senza torta...o farvene mangiare troppa. :)
L'anticipo non viene richiesto a chi partecipa solo il Sabato, confidiamo comunque sulla vostra serietà nel comunicarci in anticipo il numero dei partecipanti.
I 10 euro andranno versati tramite bonifico al seguente IBAN:
CLUBVOLVOITALIA A.S.D.
IBAN IT95 Y 05034 62820 000000000782 specificando i nomi dei partecipanti.

Costi pernottamento:
potete scegliere autonomamente la struttura per alloggiare. La zona offre ottimi hotel sul mare e molti B&B in collina o al centro storico. Quindi ognuno è libero di scegliere ciò che più gradisce e spendere ciò che vuole. Siamo disponibili a suggerimenti o consigli.

Costi cena e pranzo:
La cena del Sabato alla Stube sarà basata su un giro pizza, frittura e bevande. Il prezzo non è stabilito ma è ipotizzabile rimanere sotto ai 20 euro.
Il pranzo domenicale ha un prezzo di 30 euro e propone le migliori specialità locali. Antipasti, due assaggi di primi, due secondi, contorno, torta del decennale.
Acqua e vino inclusi.

Turismo:
il pomeriggio di Sabato a Campofilone non prevede costi, ci ospita l'amministrazione comunale offrendoci spazi e assistenza.
Per la Domenica mattina stiamo valutando con "Visit Fermo" un giro ai musei. E' prevista la visita, a gruppi e con guida, alle cisterne romane e al Teatro dell'Aquila, salvo variazioni dell'ultimo momento.
Il prezzo è di 8 euro ma forse avremo uno sconto per il gruppo. Chi vorrà potrà girare liberamente visitando il centro ed evitando la visita ai musei.

Tutta la manifestazione si svolgerà nel massimo rispetto della normativa recente, d'accordo con i ristoratori e gli amministratori locali.

Qualcuno ha già prenotato il posto per dormire. Al fine di consentire la migliore organizzazione possibile, da questo momento vi preghiamo di iscrivervi indicando il numero di persone, la presenza alla cena del sabato e quella al pranzo di domenica. Abbiamo scelto locali ampi ma ovviamente la capienza non è illimitata.

Grazie per la vostra collaborazione.
Vi aspettiamo numerosi.
4
Sinceramente ero tentato anch'io, quando andai da un preparatore di auto da rally ma facendo le dovute ricerche aveva scoperto che la centralina Denso era inviolabile allora lasciai perdere, volevo farla non tanto per avere molti cavalli ma mi serviva solamente di avere una buona coppia per avere un pò più di brio durante il sorpasso anche perchè la V40 D2 geartonic una volta che si va ai 130 uscire per affrontare un sorpasso non è proprio un missile, comunque se hai intenzione di farla fallo fare a persone competenti e poi si corre il rischio di  problemi al motore che aumentano con motori molto vecchi o con molti chilometri e bisogna fare attenzione ai turbodiesel: lavorando già a pressioni elevate la turbina può usurarsi più facilmente
5
Elaborazione Meccanica ed Elettronica Motore / Re:Rimappare .. chi di voi lo ha fatto?
« Ultimo post da funz il 26 Luglio 2020, 11:40:41 am »
Ciao a tutti, ho una volvo v60 d2 ed avrei intenzione di aggiungere qualche cavallo. Avete riferimento di preparatori affidabili in Puglia?
6
Elaborazione Meccanica ed Elettronica Motore / Re:Lavaggio o caduta?
« Ultimo post da calimero il 17 Luglio 2020, 15:04:45 pm »
In dieci anni di forum e in 7 di club ne abbiamo sentite molte e di ogni tipo.
Chi ha sostituito l'olio ogni 70.000 - 80.000 km in maniera regolare, rarissimamente ha avuto problemi. Chi lo fa a 150.000 km sicuramente rischia di più, anche e soprattutto con un lavaggio.
Bisogna entrare nell'ordine di idee che un cambio automatico non è come uno manuale, che te lo scordi. L'automatico ha bisogno di manutenzione, da sempre è così. Anche se capitano casi fortunati di persone che hanno percorso 300.000 km senza manutenzione o sfortunati di chi a 60.000 ha già dei contraccolpi.
Ma questo capita per tutto ciò che è meccanica o elettronica.
7
Elaborazione Meccanica ed Elettronica Motore / Re:Lavaggio o caduta?
« Ultimo post da Massimo Pavan il 16 Luglio 2020, 08:27:48 am »
Il problema nella sostituzione dell'olio nei cambi automatici è che scolando l'olio si svuota solo una parte del contenuto del cambio, non tutto.

Diciamo che se i Km non sono tanti dall'ultima manutenzione (si parla di ben oltre i 100000Km) il pericolo dei residui durante il lavaggio, almeno in teoria, non dovrebbe sussitere.
Ma siccome la prudenza in questo caso è d'obbligo, esistono delle valide alternative al lavaggio:

- una soluzione possibile è agire a passi: svuotare il cambio per caduta (ne escono 3-4 lt), quindi immettere olio nuovo nella stessa quantità, mettere in circolo l'olio nuovo e ripetere l'operazione due-tre volte. In questo modo tutto l'olio alla fine sarà pulito.
Terminati i cicli ovviamente deve essere controllato il livello con le apposite procedure.
- la seconda soluzione è "spingere" nel cambio olio nuovo, con l'ausilio di un apposito macchinario, estraendo contemporaneamente quello esausto, SENZA utilizzare alcun tipo di detergente, che potrebbe staccare dei frammenti metallici o altri residui e portarli in giro. Ciò consente di sostituire tutto l'olio senza le controindicazioni del lavaggio.
8
Elaborazione Meccanica ed Elettronica Motore / Lavaggio o caduta?
« Ultimo post da Paolo Maurizio il 15 Luglio 2020, 23:12:44 pm »

Facciamo un po' di chiarezza: molti di noi, dopo essersi imbattuti in articoli sul web, ci chiediamo se è utile il lavaggio del cambio.
La risposta mia personale e no.
Se si a un problema al cambio, non si risolve ne' con la sostituzione olio cambio,ne con il lavaggio.
Con l'arrivo del macchinario per il lavaggio, ha permesso a tutti i meccanici generici, di sostituire l'olio al cambio, agevolando così chiunque a poterlo fare, anche a chi non ha nessuna esperienza sui cambi automatici.
Questo macchinario, funziona come una pompa che crea un ricircolo tra olio vecchio e olio nuovo, semplicemente attaccando due raccordi. Questo fa si che le sedimentazioni (sporcizie o metallo che sia) siano rimesse in circolazione, andando a creare dei danni. Oltretutto vengono usati adittivi di pulizia molto aggressivi che vanno ad intaccare e danneggiare la superficie delle frizioni, creando danni che vengono fuori non subito ma di li a qualche mese.
Ho sentito persone sostenere che dopo il fatidico lavaggio, hanno risolto problemi di recovery. Si è vero. Ma l'effetto palliativo dura massimo un mese, semplicemente perchè dopo l'operazione viene rimosso tutto il metallo prodotto dall'usura del cambio (un cambio sano non ha metallo ne' usura) e i solenoidi magnetici del corpo valvole che si riempiono di metallo, vengono ripuliti, ma questo rimane sempre un palliativo.
Quindi conviene fare la sostituzione olio per caduta come fanno i veri professionisti di cambi automatici.
 
9
Serie XC60/XC90 / Re:Quale modello Volvo XC60?
« Ultimo post da Gianpaolo il 23 Giugno 2020, 19:33:33 pm »
Grazie a tutti voi che mi avete risposto!
Consigli da chi già possiede Volvo mi chiariscono molto di più le idee...
Calimero, DS o ID, che sono praticamente la stessa cosa,grande auto ancora oggi a distanza di 65 anni dalla costruzione del primo esemplare!!!
Ora, ho già adocchiato qualche usato XC60 interessante e poi vi terrò al corrente anche per eventuali ulteriori consigli...
Ciao!
10
Serie XC60/XC90 / Re:Quale modello Volvo XC60?
« Ultimo post da Paolo Maurizio il 23 Giugno 2020, 15:55:56 pm »
Sentendo dei meccanici molto vicino a Volvo mi dicevano che il D4 e uno delle motorizzazioni meglio riuscite e un 2.4 5 cilindri 20 valvole con 163 cv, un portento di coppia quasi 420 n/m a 1500 giri/min e una ripresa e silenziosità comune ai 5 cilindri.Poi c'è il cambio un automatico (che io amo, ma e un pensiero del tutto personale) tradizionale con convertitore che non slitta mai e non ha "l'effetto pullman", con 6 rapporti e funzione sport/sequenziale. Se poi ci si mette anche la trazione integrale permanente con differenziale torsen e cosi la sicurezza è al top.Come stabilità l'auto sembra sui binari, non si muove,ed è eccezionale sopratutto per la silenziosità che c'era a bordo.
Pagine: [1] 2 3 ... 10